Salta ai contenuti. | Salta alla navigazione

Strumenti personali
This is SunRain Plone Theme
Tu sei qui: Home / calendario / Servizi / Prestito

Prestito

2.37620578778
Libri Passerini-Landi

 

Il servizio consente di prendere a prestito libri, riviste e audiovisivi. Il diritto di prestito è consentito agli iscritti alla biblioteca ed è strettamente personale.

Quanto:
Fino a 10 documenti (libri, audiolibri e fascicoli di riviste) e fino a 5 audiovisivi (dvd, cd musicali, cd-rom).

Per quanto:
30 giorni
>> Eccezione: 15 giorni per i libri delle sezioni Viaggi e Lavoro, i cd-rom, i documenti prenotati
>> Eccezione: 7 giorni per i cd audio, i dvd e i fascicoli di riviste

Proroga:
È possibile chiedere una sola proroga del prestito, per i documenti non prenotati, di:

  • 15 giorni per i libri
  • 3 giorni per gli audiovisivi e i fascicoli di riviste
  • 30 giorni per i documenti della Biblioteca Giana Anguissola

 

Prenotazione: 
I documenti non disponibili, perché già in prestito, possono essere prenotati anche tramite telefono o catalogo on line

Esclusione dal prestito:
Esclusione provvisoria: l’utente con prestiti scaduti non può effettuare nuovi prestiti, richieste di prestito interbibliotecario o prenotazioni, usufruire di proroghe al prestito in tutte le Biblioteche del Comune, fino all’avvenuta riconsegna dei documenti.
Sono previste ulteriori sospensioni nei casi di ritardi prolungati e reiterati.
Esclusione definitiva: la mancata restituzione comporterà l’esclusione permanente dai servizi di tutte le Biblioteche del Comune di Piacenza. La biblioteca si impegna a sollecitare il rientro dei prestiti scaduti per 6 mesi; oltre tale termine, la biblioteca procederà a convertire l’esclusione provvisoria in definitiva.

Autoprestito:
L’utente, munito di tessera personale, può avvalersi del servizio di autoprestito per i libri esposti a scaffale aperto.

Sono esclusi dal prestito:
• i documenti pubblicati prima del 1961;
• i documenti audiovisivi pubblicati da meno di 18 mesi o secondo la legislazione vigente;
• i documenti di interesse locale posseduti in unica copia;
• dizionari, enciclopedie, atlanti e altre pubblicazioni in sola consultazione;
• tesi di laurea, documenti rari e preziosi, quotidiani, riviste non collocate a scaffale aperto, il fascicolo corrente dei periodici collocati a scaffale aperto.

Share |