Salta ai contenuti. | Salta alla navigazione

Strumenti personali
This is SunRain Plone Theme
Tu sei qui: Home / calendario / Visita la biblioteca / mostre in corso / Alberi di carta, Libri di legno

Alberi di carta, Libri di legno

Percorso artistico-culturale attraverso i segreti della natura, i cambiamenti climatici e le responsabilità dell'uomo. Fino al 23 novembre, Biblioteca Passerini-Landi.

L'esposizione, curata da Daniela Morsia e Massimo Baucia, è un percorso espositivo che, – attraverso stampe, cartoline e libri – accompagna i visitatori in un ideale viaggio sul territorio di Piacenza alla scoperta dell'Albero quale elemento fondante non solo del paesaggio, ma anche dell'economia e della società della nostra terra. Dai salici e pioppi del Po, passando agli alberi da frutto della collina e della montagna per arrivare agli alberi dei giardini della città: anche le fonti documentarie della Biblioteca costituiscono una miniera per documentare la bellezza e l'importanza dell'Albero nel corso dei secoli. Con una rarità di eccezionale valore: i libri di legno utilizzati nel Settecento per conoscere, studiare e valorizzare le specie botaniche.

La mostra è inserita all'interno della più articolata manifestazione L'Ultimo Albero in programma da ottobre 2019 a giugno 2020 in varie sedi espositive. Un percorso artistico-culturale attraverso i segreti della natura, i cambiamenti climatici e le responsabilità dell'uomo, una mostra diffusa tra città e provincia che espone la natura divenuta arte attraverso l'occhio dell'artista piacentino Romano Bertuzzi.

Un progetto di esposizioni ed iniziative, a cura di Carlo Francou, che vede protagonisti la Galleria Alberoni, la Galleria Biffi Arte, il Comune di Piacenza, la Biblioteca Civica Passerini-Landi, l'Università Cattolica del Sacro Cuore, Svep Centro di Servizio per il volontariato, Museo Civico di Storia Naturale, Museo Archeologico di Castell’Arquato, Comune di Calendasco.

Mercoledì 23 ottobre alle 17, presso lo spazio espositivo a piano terra della Biblioteca Passerini-Landi, si terrà l'inaugurazione della mostra "Alberi di carta, Libri di legno" che rimarrà allestita fino al 23 novembre.

► Scarica il pieghevole della manifestazione Ultimo albero


Per info:

0523492410 oppure biblio.reference@comune.piacenza.it

 


I LUOGHI DELLA MOSTRA

Galleria Biffi Arte (19 ottobre – 1 dicembre 2019) – In mostra, negli spazi dell’Antico Nevaio, una serie di lavori a grafite, tecnica di elezione di Romano Bertuzzi: ciottoli fluviali e cortecce rinascono sulla carta, pelle misteriosa e numinosa di una natura solo in apparenza fossilizzata. E nel cuore del percorso espositivo, un’istallazione d’eccezione: un albero, bianco, tiene stretto tra le fronde un nido.

Biblioteca Passerini Landi (23 ottobre – 23 novembre 2019) – Attraverso stampe, cartoline e libri un ideale viaggio sul territorio di Piacenza alla scoperta dell’Albero. Dai salici e pioppi del Po, passando agli alberi da frutto della collina e della montagna per arrivare agli alberi dei giardini della città. Con una rarità di eccezionale valore: i libri di legno utilizzati nel Settecento.

Galleria Alberoni (26 ottobre-8 dicembre 2019) – Un albero bianco di oltre 7 metri con nido dell’artista Romano Bertuzzi, le cortecce e altre figure naturali e particolari di alberi create dalla perizia della sua matita, un tronco e un grande nido ritrovati e dipinti di bianco dall’artista, l’antica e mai esposta collezione di fogli lignei raccolti nel Settecento dal botanico e artista Fra Zaccaria, presentata al pubblico per la prima volta e affiancata ad altri preziosi oggetti della collezione naturalistica del frate botanico quali le cortecce da lui raccolte e tre deliziosi quadretti realizzati dallo stesso frate, l’uno raffigurante anatomie di piante e gli altri due contenenti epidermidi vegetali lavorate; alcuni rami e tronchi malati, concessi in prestito dalla Facoltà di Agraria dell’Università Cattolica del Sacro Cuore a ricordarci la fragilità del pianeta, il film d’animazione L’uomo che piantava gli alberi di Frédéric Back, vincitore del Premio Oscar nel 1988, allestito in mostra. Numerosi eventi (incontri, laboratori, visite speciali, concerti, biciclettate) per riflettere sui cambiamenti climatici e sulla tutela di quella straordinaria opera d’arte che è il Creato animeranno la Galleria Alberoni durante il periodo di mostra. Tra questi citiamo il doppio appuntamento con Luca Mercalli, celebre climatologo, noto volto televisivo e uno dei massimi esperti italiani del clima che cambia, che incontrerà la cittadinanza la sera del 20 novembre e gli studenti delle scuole piacentine la mattina del 21 novembre, celebrando così a Piacenza la Giornata Nazionale degli alberi.

Museo Civico di Storia Naturale (16 novembre 2019 – 19 gennaio 2020) – Un percorso attraverso gli erbari storici del museo a partire dalla Flora Italiae Superioris del 1820 fino alle raccolte più recenti mette in risalto la ricca biodiversità tra l’Appennino e il Po. All’ingresso l’installazione “La Garzaia” di Romano Bertuzzi presenta in chiave concettuale il rapporto tra ardeidi che nidificano sulla stessa pianta.

Biblioteca di Calendasco (21 novembre 2019 – aprile 2020) – Percorsi di lettura sul tema alberi/contrasto ai cambiamenti climatici. Progetto di “Social mapping”: costruzione della mappa degli alberi del paese. Una mostra fo­tografica sulle piante.

Museo Geologico di Castell’Arquato (26 aprile – 28 giugno 2020) – Il dialogo fra “L’ultimo albero”, disegni di cortecce, particolari di ciottoli e alcuni dei reperti più significativi del museo riguardanti antiche foreste pietrificate invitano ad una riflessione sui cambiamenti climatici e sul ruolo che l’uomo ha nella salvaguardia degli habitat naturali del pianeta.

Contenuti correlati
Disegnare gli alberi
Share |
archiviato sotto: