Salta ai contenuti. | Salta alla navigazione

Strumenti personali
This is SunRain Plone Theme
Tu sei qui: Home / calendario / Young / Nati per Leggere e Nati per la Musica

Nati per Leggere e Nati per la Musica

2.60041841004
Le Biblioteche del Comune di Piacenza aderiscono ai programmi Nati per Leggere e Nati per la Musica, che hanno l'obiettivo di promuovere la lettura ad alta voce e l'esperienza musicale a genitori e insegnanti, per i bambini di età compresa tra gli 0 mesi e i 6 anni.
Nati Per Leggere

Nati per Leggere


Nati per Leggere (NpL) è un programma nazionale di promozione della lettura rivolto alle famiglie con bambini in età prescolare, promosso dall’Associazione Culturale Pediatri, dall’Associazione Italiana Biblioteche e dal CSB Centro per la Salute del Bambino Onlus.

Dal 1999, Nati per Leggere ha l'obiettivo di promuovere la lettura in famiglia sin dalla nascita, propone gratuitamente alle famiglie con bambini fino a 6 anni di età attività di lettura che costituiscono un’esperienza importante per lo sviluppo cognitivo dei bambini e per lo sviluppo delle capacità dei genitori di crescere con i loro figli.

L’evidenza scientifica dimostra che i primi anni di vita sono fondamentali per la salute e lo sviluppo intellettivo, linguistico, emotivo e relazionale del bambino, con effetti significativi per tutta la vita adulta.

Perché leggere ai bambini, fin da piccoli. I dieci buoni motivi per cui è importante:

  1. LEGGIMI PERCHÈ MI PIACE: al tuo bambino piace stare in braccio e ascoltare la tua voce
  2. LEGGIMI PERCHÈ COSÌ STIAMO INSIEME: il tempo passato a leggere insieme è un tempo ricco per tutti e due
  3. LEGGIMI PERCHÈ ME NE RICORDERÒ: il ricordo delle storie che leggete insieme resta per sempre
  4. LEGGIMI PERCHÈ MI FA BENE: la lettura in famiglia nutre la mente del tuo bambino e stimola la sua attenzione
  5. LEGGIMI PERCHÈ COSÌ MI ADDORMENTO MEGLIO: il rito della storia letta favorisce il sonno del bambino
  6. LEGGIMI PERCHÈ OGNI VOLTA È DIVERSO: ad ogni lettura il tuo bambino scopre cose nuove e diverse
  7. LEGGIMI ANCORA UNA VOLTA: al tuo bambino piace sentire la stessa storia tantissime volte
  8. LEGGIMI UN ALTRO LIBRO: al tuo bambino piace cambiare libro e viaggiare in altri mondi
  9. LEGGIMI LE FIGURE: ogni illustrazione è una storia da raccontare
  10. LEGGIMI CHE TI CHIEDO PERCHÈ: da ogni storia nascono altre storie e mille domande che arricchiscono la vita

 

Visita il sito NpL.


 

Nati Per la Musica

Nati per la Musica

 

Nati per la Musica (NpM) è un programma nazionale nato nel 2006 che promuove l'esperienza musicale in famiglia, sottolineando sia il valore cognitivo, che porterà vantaggi al bambino nel corso della vita, sia il valore come forma di comunicazione, che favorisce e intensifica le relazioni tra bambini e adulto-bambino.

Nati per la Musica colloca i genitori e il bambino, la famiglia, al centro dell'interesse delle attività, favorendo la collaborazione tra servizi e operatori al fine di creare una rete multidisciplinare.

Effetti dell’attività musicale

  1. Interagire musicalmente fin dai primi anni di vita favorisce lo sviluppo delle abilità di interazione e comunicazione
  2. L’esperienza musicale sviluppa l’attenzione, la memoria e il linguaggio
  3. Condividere esperienze musicali promuove la socialità
  4. Il bambino coinvolto in maniera attiva e positiva in un contesto musicale impara con piacere, crea e inventa ed è motivato all’apprendimento
  5. Tra le attività musicali, il canto è particolarmente utile a promuovere lo scambio comunicativo tra genitore e bambino e favorisce la sintonizzazione affettiva nelle prime fasi della vita
  6. La musica fatta da bambini è utile durante tutto il corso della vita

 

Consigli utili per genitori e bambini

  1. Rispettare un’ecologia sonora negli ambienti domestici riducendo per quanto possibile i rumori costanti e invasivi (es. televisione di sottofondo)
  2. Valorizzare il canto spontaneo del bambino, le sue capacità di produrre suoni con vari oggetti e il suo movimento in presenza della musica
  3. Incoraggiare la sua curiosità spontanea verso gli oggetti e strumenti che producono suoni
  4. Mettere a disposizione del bambino e favorire l’esplorazione di una vasta gamma di oggetti (anche d'uso quotidiano) che producono suoni: oggetti che si scuotono, che si battono, che si sfregano
  5. Trovare momenti nella giornata (anche brevi) in cui ascoltare la musica e cantare insieme al bambino
  6. Evitare che il bambino ascolti solo la musica "per bambini", e proporre una buona varietà musicale

 

Visita il sito NpM.

Share |