Salta ai contenuti. | Salta alla navigazione

Strumenti personali
This is SunRain Plone Theme

Quo vadis, baby?

Grazia Verasani sarà l'ultima protagonista della rassegna di incontri con l'autore «Giallo e Nero». Sabato 10 gennaio, alle ore 17, Salone Monumentale.

Giorgia Cantini passa le sue notti nei locali dove si suona jazz e si beve sino al mattino. È single, quarantenne, tormentata dal dubbio di aver sprecato la propria vita. È un’investigatrice privata, costretta a frugare le ombre di una città come Bologna che sa nascondere bene i propri segreti, piccoli e grandi. Sarà una scatola da scarpe piena di lettere a cambiare la sua vita, lettere di Ada, la sorella “bella”, partita per la Capitale in cerca di fortuna come attrice e finita suicida sedici anni prima. Giorgia, che ancora è tormentata dal rimorso per non averla potuta aiutare, decide di riaprire il caso alla ricerca di A., l’amante della sorella che lei non ha mai conosciuto e che forse era presente nei suoi ultimi istanti di vita.

 


 

Grazia Verasani è nata a Bologna l’08/07/64, città dove vive. A oggi ha pubblicato dodici libri tra cui Quo vadis baby? (Tascabile Feltrinelli) da cui il regista premio Oscar Gabriele Salvatores ha girato l’omonimo film nel 2005 e prodotto la serie tv Sky diretta da Guido Chiesa. Con l’investigatrice privata Giorgia Cantini sono usciti i noir Velocemente da nessuna parte, Di tutti e di nessuno (entrambi Tascabili Feltrinelli), e Cosa sai della notte (2012, Feltrinelli). Sempre per Feltrinelli, nel 2008 è uscito Tutto il freddo che ho preso. Intensa anche la sua attività di autrice per il teatro. La sua pièce From Medea-Maternity Blues (edita da Sironi), rappresentata sia in Italia che all’estero, è diventata un film per la regia di Fabrizio Cattani nel 2012. Presentato alla Mostra del Cinema di Venezia, il film ha vinto il premio per la miglior sceneggiatura intitolato a Tonino Guerra al BIF festival 2012, un Nastro d’argento e due Globi d’oro. Il monologo teatrale Vincerò sulla vita e la carriera di Luciano Pavarotti è stato interpretato in teatro da Giuseppe Battiston, Giancarlo Giannini e Michele Placido. Ha studiato pianoforte classico e vinto il Premio Recanati nel 2005 per la canzone d’autore, a cui è seguito il cd Nata Mai per la BMG e collaborazioni con vari artisti tra cui Paola Turci, Nada, Elio e le Storie Tese. Nel 2010 è uscito il suo cd Sotto un cielo blu diluvio. I suoi libri sono tradotti in vari paesi tra cui Francia, Germania, Russia. Molti suoi racconti fanno parte di numerose antologie italiane e straniere. Ha collaborato con riviste e quotidiani e in qualità di sceneggiatrice per il cinema. Nel 2013 per l’editore Gallucci è uscita la raccolta di racconti Accordi Minori dedicata alla musica. Di recente ha tenuto varie conferenze all’Università di Tempe e Phoenix (Arizona) sul noir europeo. L’8 ottobre esce per Giunti il suo nuovo romanzo Mare d’Inverno.

Share |