Salta ai contenuti. | Salta alla navigazione

Strumenti personali
This is SunRain Plone Theme
Tu sei qui: Home / proposte di lettura / recensioni / libri consigliati - elenco completo / 2020 / Giugno / 111 errori di traduzione che hanno cambiato il mondo

111 errori di traduzione che hanno cambiato il mondo

La storia degli errori è lunga come quella dell'uomo. Ogni pregiudizio è un errore, ma non ogni errore è un pregiudizio. La mancanza di esame, di critica e di ciò che è necessario per giudicare, la negligenza che impedisce di riflettere e fa che non si abbia cura di accertarsi di una cosa prima di crederla, ben di rado vanno disgiunte dalla credulità. Quando essa ci assalirà, quando coprendoci gli occhi con una mano tenebrosa minaccerà di sprofondarci negli abissi oscuri che l'ignoranza spalanca avanti ai nostri piedi, noi ci volgeremo a Te, e troveremo la verità sotto il tuo manto. L'errore fuggirà come il lupo della montagna inseguito dal pastore, e la tua mano ci condurrà alla salvezza. (Giacomo Leopardi, "Saggio sugli errori popolari degli antichi".)

Sembra che il frutto proibito dell'Eden non fosse una mela; che la donna non provenga da una costola dell'uomo; che Mosè non avesse le corna; che il Mar Rosso non sia rosso; che Giuseppe non fosse un umile falegname di Nazareth; che non ci fossero buoi o asinelli nell'alloggio di Betlemme; che Barabba non sia stato uno squallido brigante; che "Ecce homo" non sia stato esclamato da Pilato; che tutta la filosofia occidentale poggi su un ancestrale equivoco. Sembra che Lutero non si sia sbagliato aggiungendo un avverbio; che Hiroshima e Nagasaki furono nuclearizzate per la cattiva interpretazione di una parola giapponese; che Kruscev non abbia mai pronunciato la storica frase "Noi vi seppelliremo"; che non ci siano canali su Marte; che il "busillis" non sia un problema; che le scarpette di Cenerentola non fossero di cristallo; che "traduzione" non sia l'attività del tradurre, e che almeno in altri 95 casi gli eventi storici abbiano preso la piega che conosciamo grazie ad un errore di traduzione! Che questi malintesi siano stati "soltanto" adattamenti, contestualizzazioni, innocue sviste, trascrizioni preterintenzionali, un semplice fatto di virgole spostate, oppure una deliberata manipolazione o un travisamento di fatti che in più d'una occasione hanno causato catastrofi, dimissionato governi, imposto convenzioni, fomentato divisioni, usurpato certezze, reso felici o infelici esseri umani, sta "soltanto" al lettore decidere.

"111 errori di traduzion che hanno cambiato il mondo" di Romolo Giovanni Capuano, Stampa Alternativa, 2013.
Prenota su EmiLib.

Davide - bibliotecario
#consiglidilettura

Share |