Salta ai contenuti. | Salta alla navigazione

Strumenti personali
This is SunRain Plone Theme
Tu sei qui: Home / sedi / Giana Anguissola / iniziative ed eventi / La scimmia abbracciona

La scimmia abbracciona

Presentazione dell'In-Book "La scimmia abbracciona". Sabato 25 novembre, ore 16.30. Sala Incontri e Spettacoli, Biblioteca ragazzi Giana Anguissola.

La scimmia abbracciona

Quando 25/11/2017
dalle 16:30 alle 18:00
Dove Sala Incontri e Spettacoli, Biblioteca ragazzi Giana Anguissola.
Aggiungi l'evento al calendario vCal
iCal

 

Presentazione del primo libro In-Book dell'associazione "La Matita Parlante" La scimmia abbracciona, testo di Michele Rebecchi, illustrazioni di Luca Munari, traduzione in simboli di Alessandro Napoli e Stefano Fanzini, pubblicato dalla casa editrice piacentina "Papero editore" con traccia audio realizzata dai ragazzi della Scuola Media Statale Italo Calvino di Piacenza.

L’associazione La Matita Parlante nasce da un sogno di Insegnanti, educatori del Dipartimento di Salute Mentale dell’Azienda USL di Piacenza e professionisti che lavorano nel settore della cultura a Piacenza: favorire la partecipazione sociale di ragazzi con disabilità, in particolare con Disturbo dello Spettro autistico, sia nella fase di promozione che di fruizione della cultura, intesa in tutte le sue molteplici manifestazioni, con riconoscimento del potenziale creativo ed espressivo di ognuno. L’associazione ha le sue radici nella bellissima esperienza avviata nel 2015 fra il Comune di Piacenza, l’Azienda USL, associazioni e scuola legata al progetto Book Box.

Per informazioni e prenotazioni 0523 492436 o biblio.ragazzi@comune.piacenza.it

Cosa sono gli In-Book?

Sono libri illustrati con testo integralmente scritto in simboli. Sono nati da un’esperienza italiana di Comunicazione Aumentativa e Alternativa (CAA), con il contributo di genitori, insegnanti e operatori, e hanno cominciato a circolare spontaneamente e in modo un po’ inaspettato nelle case, nelle scuole dell’infanzia, nelle biblioteche e in molti altri contesti. Sono così diventati patrimonio di tutti i bambini, non solo di quelli con una disabilità della comunicazione.
> Per saperne di più

Azioni sul documento
Share |
archiviato sotto: