Salta ai contenuti. | Salta alla navigazione

Strumenti personali
This is SunRain Plone Theme
Tu sei qui: Home / sedi / Sede centrale / mostre permanenti / Il salterio d'Angilberga

Il Salterio d'Angilberga

2.5
Sala multimediale dedicata al più antico manoscritto della Biblioteca. A disposizione per le visite.

La saletta multimediale è stata realizzata per proporre al pubblico la visione delle pagine del più antico manoscritto della Biblioteca, custodito presso la Banca di Piacenza, tramite un breve filmato e la riproduzione digitale integrale delle preziose pagine in pergamena purpurea.

La mostra

Cosa vedrete

Il documentario realizzato da Silvano Tinelli e Gianluigi Ruzzenenti del Cineclub “Giulio Cattivelli”, su testi di Elisabetta Rausa e Massimo Baucia.

Accanto alla postazione multimediale è allestita una mostra documentaria con testimonianze della storiografia locale sul Salterio, documenti originali relativi alla donazione da parte di Giuseppe Poggi alla città di Piacenza (1820), la legatura di oreficeria da lui fatta realizzare per il manoscritto, un ritratto del donatore, riproduzioni fotografiche di pagine del Salterio. Il prezioso codice, anche grazie a schede sui protagonisti delle sue vicissitudini, viene così inserito nel contesto delle vicende storiche piacentine - dal suo arrivo nel monastero di San Sisto (nell'876, all’epoca della fondazione voluta dalla regina Angilberga) alla sua cessione, nel 1803, da parte dei monaci, a Mederic Moreau de Saint-Mery che lo portò a Parigi dove fu venduto dai suoi eredi e acquistato dal Poggi per restituirlo alla città di Piacenza.

Come visitarla

  • Visita libera negli orari di apertura della Biblioteca.
  • Su prenotazione per singoli, gruppi e scuole. Le prenotazioni si ricevono al Reference via telefono al numero 0523 - 492410 o via mail all'indirizzo biblio.reference@comune.piacenza.it.

 

Guarda su Youtube

Share |